Contatti: info@aboutsolution.com +39 0536 402043

Lancio di un nuovo sito

La progettazione e realizzazione di un sito internet è una fase molto delicata e richiede particolari accorgimenti.

Possono essere diverse le necessità che portano ad avviare un processo di realizzazione di un nuovo sito; innanzi tutto è importante definire “il ruolo” che il nuovo sito deve ricoprire, ad esempio:

  • Nuovo sito corporate/shop/blog/etc..
  • Nuovo sito a supporto del sito corporate (sito prodotto, promozione, etc..)
  • Sito corporate/shop/blog/etc.. che sostituisce il vecchio sito con CMS differente
  • Sito corporate/shop/blog/etc.. che sostituisce il vecchio sito – con stesso CMS

In ciascuno dei casi indicati sopra è necessario adottare accorgimenti specifici.

Nulla deve essere casuale. Dallo studio del nome del dominio, allo studio sulle parole chiave strategiche che identificano la propria attività, valutando se puntare su keywords meno competitive, ottenendo risultati più immediati, o se utilizzare keywords più ricercate, quindi più competitive, ma per le quali occorrerà più tempo per ottenere risultati tangibili.

È necessario studiare nel dettaglio l’architettura del sito da realizzare e da lanciare sul mercato, soffermandosi in particolar modo sulla stesura dei contenuti testuali: per ottenere una buona visibilità all’interno dei motori di ricerca, è di fondamentale importanza creare contenuti interessanti, unici e di qualità.

Altro requisito fondamentale è l’usabilità dell’interfaccia grafica: il layout di un sito web dovrebbe essere allo stesso tempo snello, accattivante e intuitivo, sfruttando colori in armonia tra loro e caratteri testuali chiari e leggibili.

Per essere lanciato in rete, un sito internet deve essere ben strutturato sia dal punto di vista della comunicazione che dal punto di vista del marketing e deve essere realizzato in modo da mantenerlo il più possibile lontano da logiche di spam, ed ottimizzato lato SEO in modo tale da massimizzarne la visibilità online nei risultati organici dei motori di ricerca.

Spesso la messa online di un nuovo sito è una necessità data dal tempo del sito web stesso.

Un sito dopo quanto tempo diventa obsoleto? Conviene tenere un sito 10 anni o cambiarlo ogni 2?

Non esiste una regola precisa, la tempistica varia da settore a settore e per tipologia di sito, ad esempio un sito corporate ha spesso una vita abbastanza lunga, perché le necessità ed i contenuti non richiedono particolari sviluppi nel tempo. Al contrario, uno sito e-commerce richiede delle frequenze di aggiornamento più ravvicinate, per far fronte a nuovi metodi di pagamento, consegna e spedizione, servizi a supporto degli acquisti online, etc..

Le necessità che più di frequente portano alla realizzazione di un nuovo sito sono:

  • Problemi di sicurezza del sito attuale, spesso per fine sviluppo CMS o plugin e maggior vulnerabilità col passare del tempo
  • Layout, comunicazione ed usabilità obsoleti, che non rispecchiano più i recenti standard comunicativi
  • Modifica della direzione strategica aziendale, che comprende modifica del proprio target di riferimento, gamma prodotti e servizi offerti, mercati di riferimento, etc..
  • Necessità tecniche, come l’implementazione con CRM o altri software o piattaforme esterne.

Il lancio di un nuovo sito web per un’azienda che ne possiede già uno è un’operazione molto delicata che deve essere valutata con la massima attenzione. È chiaro che il nuovo portale deve essere migliorativo rispetto al precedente; pertanto occorre valutare molto bene se convenga sostituirlo o se, invece, sia meglio affiancarlo con uno o più siti di supporto.

Nel caso di un nuovo sito web, è importante una attenta ed approfondita analisi iniziale, che comprenda:

  • Il nome a dominio da utilizzare
  • Il CMS più adatto alle esigenze del cliente e del progetto
  • Definizione dell’architettura (SEO Oriented) del sito web
  • Effettuare uno studio del settore e dei competitor, al fine di definire punti deboli ed opportunità, e raccogliere le informazioni strategiche per l’avvio del progetto
  • Etc…

Nel caso di un sito che sostituisce un sito già online, è opportuno avere la consapevolezza che sia una evoluzione migliorativa del sito già online, oltre che per gli aspetti di comunicazione, grafica ed usabilità, anche per gli aspetti tecnici e lato SEO.

Spesso uno dei problemi più sottovalutati, è la mancata gestione del reindirizzamento delle pagine tra vecchio e nuovo sito, o mancata gestione di nuove pagine aree o rimozione delle stesse. In un processo ottimale, tutti questi aspetti devono essere mappati preventivamente, e fin dalla messa online il nuovo sito deve ricevere i reindirizzamenti corretti dal vecchio sito (prevalentemente redirect 301).

Se così non fosse, si rischia di “perdere” il traffico di pagine indicizzate, e generare errori 404 (segnale negativo per i motori di ricerca nella valutazione del dominio) che se non ben gestiti, secondo le linee guida di Google per la gestione ottimale dell’errore 404, si traducono in un abbandono del sito da parte degli utenti che si imbattono negli errori di pagine non trovate.

Per quanto riguarda i siti di supporto, l’aspetto attuale di maggior rilievo è il rispetto delle linee guida indicate da Google in merito ai network di siti, alla link popularity di un network di siti proprietario rivolta a “spingere” uno o più domini grazie ai link.

È necessario conoscere a fondo le problematiche derivanti dallo sviluppo di network di siti riconducibili ad azioni non lecite che potrebbero essere oggetto di penalizzazione e ban, in particolare legate alla link popularity ed ai contenuti duplicati, altro problema spesso presente in questo tipo di attività.

Scroll to Top